“La tivvù…”, mi piaci tu.

Scusate il titolo spiritidiota, ma la tentazione di giocare, oggi, dopo una giornata faticosa come quella di ieri, è grande. Giocare, perché ancora carichi dell’energia trasmessaci da un pubblico straordinario (e definirlo straordinario risulta sempre più banale), ma carichi anche di quell’energia tutta nostra, lo slancio ingenuo di chi in un’impresa mette la gioia e la gratitudine per il solo fatto di appartenere al Teatro.

_T4A5060

Ecco perché portare in scena “La tivvù che non c’è +” è sempre più un divertimento, pur assumendo in misura sempre maggiore le caratteristiche di un’impresa professionale. Questo, per il sottoscritto, per Patrizia Guastini (ideatrice e organizzatrice dello spettacolo) e per Vanina Lerici (che con me ha condiviso la regia), è “normale”; si tratta in tutto e per tutto di un meraviglioso lavoro. Tutt’altro che normale sarebbe per i nostri tre allievi: Sebastiano Baroni, Giulio “Frulio” Campaioli ed Emanuele “Bellazio” Mineccia sono studenti. Ma studiano teatro da anni e infondono nel loro stare in scena una tale serietà da dare al pubblico la sensazione di stare davanti a dei giovanissimi attori “fatti” (e su questo termine, si aprono immensi orizzonti d’interpretazione).spettacolo

 

E’ vero, c’è ancora tanto da fare, da studiare, da migliorare. Ed è proprio questo bisogno di mirare all’ottimo, questo desiderio di offrire agli spettatori qualcosa che valga la pena di uscire di casa, di pagare un biglietto… è proprio tutto questo a rendere meravigliosa questa nostra avventura artistica, educativa e sociale. Ci sentiamo dei privilegiati.

Nell’attesa di tornare in scena al più presto, “La tivvù che non c’è +” si prende un po’ di tempo di riposo.

Ma “Ci vediamo a teatro” continua, eccome! Il prossimo appuntamento è per DOMENICA 11 MARZO, con “K come Kosimo”, uno spettacolo ispirato a “Il barone rampante” di Italo Calvino e messo in scena dalla compagnia Blanca Teatro.

locandina spettacolo 4

Prenotazioni e prevendite sono già aperte, sempre al 3282718519

Mirko Gianformaggio

Annunci

Informazioni su i formaggini guasti

Il duo i formaggini guasti, formato da Mirko Gianformaggio e Patrizia Guastini, svolge attività nel mondo dello spettacolo e dell’educazione dal 1993: “comicoterapia”, teatro convenzionale e di strada, cabaret, conduzione di spettacoli radiotelevisivi e dal vivo, laboratori di drammatizzazione teatrale e invenzione di storie.
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...